🔴 NEWS IN AGGIORNAMENTO 🔴

h 19:29 – La Mare Jonio ha appena soccorso 29 persone (1 bimba di 1 anno, 3 donne di cui una incinta) da un gommone in avaria in acque internazionali, 40 miglia al largo della Libia. Abbiamo chiesto immediatamente un porto sicuro al centro di coordinamento italiano. Immensa gioia per le 29 vite tratte in salvo.

🔴 AGGIORNAMENTI 🔴

h 20:35 – Le persone soccorse sono 30, le donne incinte sono 2. I minori, oltre la piccola di un anno, sono 4 non accompagnati.

Nella foto la bimba di un anno salvata dalla morte in mare e dalla guerra in Libia dalla nave Mare Jonio. Questa immagine è la più grande ricompensa per chi in questi mesi ha sostenuto Mediterranea.

h 23:24 – La Mare Jonio ha chiesto al Centro di coordinamento dei soccorsi italiano (MRCC di Roma) un porto sicuro. Ci è stati inoltrata una mail del Viminale che chiede di fare riferimento alle “Autorità Libiche”, quelle di un paese in guerra dove i diritti umani non esistono.

h 06:55 – Pochi minuti fa la Mare Jonio, con a bordo le 30 persone salvate nel tardo pomeriggio di ieri a 40 miglia dalle coste libiche, è entrata in acque territoriali italiane 12 miglia a sud di Lampedusa. In questo momento è stata raggiunta da due unità della Guardia di Finanza per un “controllo di polizia”. Chiediamo l’ingresso in un porto sicuro dove sbarcare uomini, donne incinte e bambina a bordo.

h10:45 – Partita in questo momento la Mare Jonio per fare ingresso al porto di Lampedusa, per completare operazioni di salvataggio con lo sbarco dei naufraghi nel porto sicuro, come prevede la legge. Mare Jonio è scortata da una motovedetta della Guardia di Finanza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui