Macchine da cucire, seghe circolari, pialle, attrezzature per la falegnameria e il cucito e tanto materiale accumulato in tre anni di lavoro con l’ambizioso obiettivo di creare spazi di lavoro per italiani e stranieri. Quella di ieri è stata una giornata particolarmente pesante per la Fabbrica Interculturale del Riuso di Catania, che ha scoperto il furto di materiali e attrezzature per circa 15mila euro. Una cifra che la cooperativa non può permettersi di investire nuovamente per ricomprare quanto è stato rubato.
«Per questa ragione già da stamattina in tanti ci siamo attivati per fare rete attorno al progetto FIERI e alla Fabbrica del riuso – spiega Salvo Lipari, presidente di Arci Sicilia -, una realtà solida nel Catanese che può continuare le attività soltanto col contributo di ciascuno di noi».
È già stata attivata una campagna di raccolta fondi, chiunque voglia contribuire può effettuare una donazione sul conto corrente intestato ad Arci Catania con causale SOSTENIAMO FIERI all’Iban IT16J0501804600000011234168

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui